Direttore di FanoTeatro del Teatro della Fortuna di Fano

Massimo Puliani è direttore di FanoTeatro (che si terrà al Teatro Politeama e poi, dal 1998 al Teatro della Fortuna) dal 1995 al 2003.

INAUGURAZIONE del TEATRO della Fortuna di Fano

Il Programma




il Debutto in Prina Nazionale di Robert Wilson
Vai qui


1
                    Ritratto di Andrea Chemelli (gennaio 2016).   Si concede  la pubblicazione delle foto

                    2 Ritratto di Andrea Chemelli (marzo 2014).   Si concede  la pubblicazione delle foto               
    3. Ritratto di Giordano Emiliozzi (2015)Si concede  la pubblicazione delle foto
Si concede  la pubblicazione delle foto  





 




4.  Ritratto di Ludovica Di Marino (febbraio 2015). 




clicca sulla foto per una maggiore risoluzione
Massimo Puliani fotografato da Mario Dondero: aprile 2008
>> curriculum-e-foto-massimo-puliani.html

> Festival delle arti multimediali

I.MODE VISIONS fa 10!
Il Festival delle arti multimediali, diretto da Massimo Puliani, si terrà dal 6 al 19 giugno 2013
a Macerata (Iniziative su Peter Greenaway, Dario Fo, Raffaello Sanzio, Sanguineti, Scodanibbio, Massi, Rossellini, Schifano, Dondero, Guerra, Antonioni, Pasolini e videoproiezione delle nuove opere e corti dei videomakers dell'Accademia di Belle Arti)

Clicca>>>
http://www.youtube.com/watch?v=qn_onyjmp6w

http://www.youtube.com/watch?v=qn_onyjmp6w

>> Giornata della Memoria a Macerata


PROGETTO LA MEMORIA
E' GARANZIA DI LIBERTA'
a cura del Centro Studi Multimedia Marche
con il sostegno della Regione Marche
nell'ambito delle celebrazioni della Resistenza e della Deportazione

Tutto il servizio Fotografico clicca qui

Per un servizio giornalistico su Cronache Maceratesi clicca qui
Per l'intero programma SPECIALE MEMORIA su MARTETV clicca quiInserisci link

Stefano Scodanibbio ci ha lasciato!


Parafrasando John Cage, posso dire che Stefano Scodanibbio era un musicista magico! Solo con il suo maestro Fernando Grillo ebbi la stessa fascinazione e quel senso di stupore per l'arte della composizione derivante da uno strumento a corde. Il Contrabbasso per Stefano era invece un immenso mondo di suoni, ora armonicamente ordinati ora straordinariamente percussivi.
Sono rimasto molto affascinato dall'incontro che ho avuto con lui in occasione della ripresa televisiva che ho fatto come regista a Macerata nel 2006, dello spettacolo "Alfabeto Apocalittico". E' sicuramente il capolavoro di Edoardo Sanguineti e Stefano Scodanibbio, con immagini di Enrico Baj. Un esempio compiuto di interazione fra linguaggi diversi come il teatro la letteratura la musica e la pittura. Penso che chiunque lo abbia visto e ascoltato - e utilizzo ancora le emozioni di Cage - sia rimasto stupefatto. E quando ci lascia un artista giovane la nostra tristezza è ancora più grande.

Foto dello spettacolo "Alfabeto Apocalittico", registrato all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Un frammento del video è su facebook

>> I.MODE VISIONS 2011


Meeting: Lo stato delle cose nell’arte digitale nelle Marche - incontro con gli amministratori, video artisti, direttori artistici, produttori, distributori e emittenti TV regionali.
in programma nei giorni Mercoledì 15 - Giovedì 16 e Venerdì 17 Giugno 2011 Auditorium Svoboba, Accademia di Belle arti di Macerata

( il programma )
Quale è la geografia della produzione video nelle Marche? Il ruolo delle istituzioni, quello degli operatori
e degli organizzatori e delle emittenti TV regionali. Le iniziative , i festival e rassegne, i musei e le gallerie. Un report sull'attuale legislazione e sui finanziamenti agli audiovisivi prodotti nelle Marche. Un confronto con le attività e istituzioni operanti in diverse Regioni. Quali scuole o attività di formazione? Informazioni, riflessioni, progetti in corso.....

>> Una Recensione al nuovo libro


Amleto De Silva , critico di "Ilmiolibro.it" per il network La Repubblica/L'Espresso, scrittore Statti attento da me (-è diventato inaspettatamente uno degli scrittori più scaricati della rete), noto come vignettista con lo pseudonimo Amlo ha scritto:

"...E dalla parte del cinema vero è questo Eroi e bastardi senza gloria - la visione della guerra al nazifascismo nel cinema e nel documentario, da Rossellini a Tarantino, da Spielberg a Lanzmann. Davvero un bel libro, che ci risparmia la critica noiosa e ci racconta, giustamente, il modo di narrare al cinema la guerra al nazifascismo. Lo fa con garbo e stile, lasciando parlare i critici con le loro parole e infarcendo il racconto -non facile- di aneddoti ...


Vai alla Recensione
Acquista il libro su ilmiolibro.kataweb.it

Franco Quadri: Passione e Idea


A Urbino, nel gli anni Novanta, quando lo invitai al Festival TetrOrizzonti, per una giornata di studi dedicata al drammaturgo B.M.Koltès definii Franco Quadri un critico militante con una PASSIONE e un'IDEA per il teatro.
Lo conobbi a Riccione, nell'87 quando in modo discreto mi disse che stava per diventare critico tetrale per La Repubblica. Poi lo incontrai da allora ogni anno ai festival e agli eventi nazionali. Era un vero collaboratore culturale: ogni volta che gli chiedevo di partecipare ad un libro o ad una mia iniziativa Franco c'era. Penso ai Festival di Urbino o al centenario Beckettiano a Scandicci o alle pubblicazioni su Pasolini, Svoboda e Beckett. E' tra le firme dei libri da me curati.
Tutti noi abbiamo studiato i suoi testi sull'avanguardia teatrale, sul teatro degli anni Settanta, sulla politica del regista, sul Laboratorio di Prato, su Robert Wilson. E chi ha un'Idea e una Passione per il teatro, legge i libri su Beckett, Copi, Genet, Lepage, Wenders, Brook, ecc da lui pubblicati dalla sua casa editrice UBU. E poi, chi non ha un PATALOGO, l'annuario del teatro, incontro documentativo e riflessione critica sulla scrittura del teatro?
Quante volte abbiamo parlato del ruolo importante della critica per la cultura del teatro? Se non si fa una riflessione storica, se non si riconoscono i Maestri, se non si studia la storia del teatro contemporaneo con i suoi linguaggi, fare teatro non ha senso.

Omaggio a Franco Quadri

QUALE LINGUAGGIO PER IL NUOVO TEATRO D' AUTORE? di NICO GARRONE
01 aprile 1987 — LA REPUBBLICA pagina SPETTACOLI
CHE LINGUA parla o in quante lingue si esprime la nuova drammaturgia in cerca d' autore e di parola del teatro sperimentale? E' il tema conduttore dell' edizione ' 87 del Teatrorizzonti coordinato da Massimo Puliani in programma da ieri ad Urbino, cinque giorni densi d' incontri seminariali e spettacoli. La relazione introduttiva di Valentina Valentini ha ripercorso i diversi itinerari di alcune tra le più significative Drammaturgie del disgelo affiorate dopo un periodo di glaciazione della parola, almeno per quanto riguarda lo scenario di un certo teatro. Mentre nei giorni successivi verranno proposte in collaborazione con l' Accademia di Belle Arti di Urbino una mostra di Materiali scenici (alla Rotonda del Tordinone), e dei Percorsi d' ascolto e di visioni a cura di Carlo Infante (nella sala proiezioni dell' Istituto dello Spettacolo). Altri incontri seminariali il 2 e il 3, rispettivamente alla Rotonda del Tordinone e nell' Aula Sospesa del Nuovo Magistero, sulla Drammaturgia Infinita a cura del centro teatrale universitario con vari interventi e l' assegnazione da parte del Rettore Carlo Bo di un "Premio ad honorem" a Franco Quadri, e Teatro: arti & pensieri, una tavola rotonda presieduta dal professor Cerboni Baiardi a partecipazione mista di filosofi, saggisti e registi. Sul versante degli spettacoli e della drammaturgia applicata alla nuova scena teatrale fra gli autori liberamente sfiorati o attraversati con la particella "da", il Beckett in Magazzini Produzione di Come è nell' adattamento di Quadri e la regia di Federico Tiezzi, l' evocazione del famoso romanzo di Victor Hugo fatta dalla Raffaello Sanzio con il loro I miserabili riscritto da Claudia Politikon, o Specchi di cenere del Transteatro di Puliani ispirato alla prosa poetica di Jabès, e un Pirandello in esclusiva per "Teatrorizzonti" di Memè Perlini e Antonello Aglioti, "L' uomo dal fiore in bocca", ambientato alla stazione ferroviaria di Urbino. Infine per la giornata conclusiva del 4 il calendario più fitto: in mattinata i bilanci di Giuseppe Bartolucci sugli ultimi due anni della rassegna "La giovan Italia", nel pomeriggio l' edizione straordinaria a più voci di un Almanacco del Teatro, professioni di gusto e di tendenza da parte di critici e registi, e la sera l' atto unico pirandelliano rivisitato da Perlini in copia unica alla Stazione. -

>> Presentata Collana Editoriale




Presentato in occasione della Giornata della Memoria il progetto editoriale "La Visione della Guerra" comprendente tre volumi e un archivio multimediale con 12 DVD.
Per ordinare i libri:
Qui trovi il libro


foto di Giordano Emiliozzi (mc 27.1.2011)

>> GABER BECKETT di scena al TG3

Vai sul sito di "Chi è di scena" Rai3

Massimo Puliani è fra i protagonisti di " Chi è di Scena " rubrica del Tg3 nazionale condotta dalla nota giornalista Rosanna Cancellieri e curata da Moreno Cerquetelli, che settimanalmente propone ed illustra novità del mondo dello spettacolo provenienti dall'Italia e dall'estero.
Giovedì 22 aprile 2010, alle ore 12,25 c'è stata un puntata sull’opera di Samuel Beckett in particolare su “Aspettando Godot”, con l’allestimento storico del 1990 a Venezia firmato da Giorgio Gaber con Enzo Jannacci, Paolo Rossi e Felice Andreasi.
Su questo evento è stato intervistato Massimo Puliani, docente all'Accademia di Belle Arti di Macerata e all'Università di Bologna, e studioso beckettiano, che ripercorre quella messa in scena e approfondisce le caratteristiche drammaturgiche sia di Beckett che di Gaber.

Puoi rivedere la puntata, presente nel sito
"Chi è di scena" Rai3, cliccando qui:


video

Premio Svoboda, Honoris Causa a Emma Dante


Una scheda critica scritta da Massimo Puliani
clicca qui http://biancoenerowebmagazine.blogspot.com/

Nella foto: Macerata, 8.11.2010 Accademia di Belle Arti,
al Centro la regista e a destra la direttrice A.Verducci

>> BOB WILSON interpreta BECKETT

Wilson ha presentato al Festival di Spoleto due allestimenti:
Credo che si possa dire in merito che il suo KRAPP è già nella Storia del Teatro!!!
Impeccabile, memorabile, poetica ...interpretazione!
Replay per Winnie/Adriana Asti:
Impeccabile , memorabile, essenziale.... interpretazione!

mp

(recensione e analisi sul sito www.playbeckett.blogspot.com)
La foto è tratta dal sito http://www.changeperformingarts.it/

>> Dove acquistare PlayBeckett

video

PPer ordinare i libri: 
Qui trovi il libro


oppure a Rimini presso la LIBRERIA DEL PROFESSIONISTA in via XXII Giugno n.3
a Rimini tel.0541/52460 fax.0541/52605